Quantcast

La Asl stoppa Udinese e Torino: la Fiorentina si ferma per i due turni di inizio gennaio

La decisione in serata che cambia i piani di tecnico e società. Mister Italiano: "Bisogna trovare regole certe"

Il Covid porta nuovo caos alla serie A. E la Fiorentina salta le prime due partite di gennaio, contro Udinese e Torino.

Domani (6 gennaio) è ufficiale il fatto che non si disputeranno Atalanta-Torino, Fiorentina-Udinese e Salernitana-Venezia. Le prime due per il blocco della trasferta di granata e friulani, la terza per la quarantena imposta dalla Asl che ha spinto i campani alla scelta di non presentarsi, neanche con le giovanili. A forte rischio di blocco anche Bologna-Inter, mentre ha avuto il via libera il Napoli per disputare la gara con la Juventus a Torino, ma tre giocatori dei partenopei sono stati messi in quarantena una volta arrivati in Piemonte.

La Asl Città di Torino, dopo avere constatato un focolaio di Covid nel gruppo squadra, ha bloccato i granata prima della partenza per Bergamo. Gli otto positivi sono in isolamento, tutto il gruppo andrà in quarantena per cinque giorni e quindi il Toro non potrà giocare neppure la partita in casa di domenica prossima con la Fiorentina. Stessa decisione è stata presa a Udine, con l’Azienda sanitaria Friuli Centrale che ha in sostanza vietato all’Udinese di disputare sia la partita con la Fiorentina al Franchi di domani, sia quella contro di domenica contro l’Atalanta.

“Serve una regola chiara – dice l’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Italiano, che fino ad oggi ha preparato il match – definendo quale è il numero di contagiati oltre il quale la partita non si può giocare”.

“Ci siamo preparati bene e siamo pronti per giocare contro l’Udinese”. Questo aveva detto Vincenzo Italiano nel primo pomeriggio durante la conferenza stampa di presentazione. In casa viola i casi sono rimasti per adesso circoscritti, due calciatori e tre collaboratori della prima squadra. “Non abbiamo ricette speciali – ha spiegato Italiano – la nostra è stata quella di stare attenti, cercando di avere meno contatti possibili e usando sempre la mascherina. Da questo punto i ragazzi si sono comportati bene, quando abbiamo ripreso dopo la sosta abbiamo avuto solo due positivi”.

Morbido nei confronti del proprio gruppo, meno davanti allo scontro in atto tra Asl e Lega Calcio e al clima di incertezza: “Penso che se i contagi continueranno a crescere come sta accadendo bisognerà per forza trovare una via d’uscita, un compromesso, con regole chiare – ha rimarcato Italiano   Si decida ad esempio con quanti contagiati si può giocare o no. Così non si può andare avanti. Finché non c’è nulla di certo sarà un problema. Bisogna trovare una soluzione altrimenti andiamo tutti in difficoltà”.

Poi sull’obbligo del vaccino per atleti e allenatori: “In tanti siamo già alla terza dose, io la farò nei prossimi giorni. Tutti ci dobbiamo adeguare visto che diventerà obbligatorio”.

La Fiorentina aveva diramato nel primo pomeriggio la lista dei convocati tra i quali figurava il neo viola Ikonè (“Grande acquisto, da oggi abbiamo una freccia in più”, ha detto Italiano): unici assenti Amrabat in ritiro con il Marocco per la Coppa d’Africa, Sottil e Benassi. Come spesso in occasione delle partite interne, in particolare quelle notturne, i viola non vanno in ritiro, così dopo la cena al centro sportivo ciascun giocatore ha raggiunto la propria abitazione con il ritrovo fissato comunque per domani.

Ora la palla passerà al giudice sportivo, che dovrà decidere se infliggere sconfitte a tavolino a chi non ha giocato: il precedente di Juve-Napoli induce a cautela, e in Lega di A già si sa che le date per i recuperi della squadre non impegnate in Europa ci sono. Sempre che l’onda omicron non si allunghi troppo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.