Quantcast

Ristori di San Valentino, ok a mozione di Fratelli d’Italia con emendamenti Pd

La Toscana passò in arancione il 14 febbraio con pochissimo preavviso: attività commerciali considerate danneggiate

La giunta regionale si attiverà nei confronti del governo nazionale affinché siano predisposti “immediati e adeguati ristori per tutte le attività commerciali danneggiate dalla tardiva comunicazione del passaggio della Toscana in zona arancione” il 14 febbraio scorso “in relazione non solo ai mancati guadagni, ma soprattutto alle spese sostenute”.

È quanto prevede una mozione, presentata dal gruppo Fdi, e approvata all’unanimità dal consiglio regionale dopo essere stata emendata dai consiglieri del Partito Democratico.

Abbiamo ritenuto opportuno accogliere il senso della mozione – spiega il consigliere dem Mario Puppa – e con il nostro contributo, attraverso emendamenti migliorativi, abbiamo specificato che occorre un impegno per cercare di sanare una ferita, quella della tardiva comunicazione del passaggio della Toscana in zona arancione dal 14 febbraio, cosa che avvenne solo due giorni prima. Come tutti ricordano, molti ristoratori e altri esercizi commerciali furono costretti a rinunciare a prenotazioni in occasione della festa di San Valentino, avendo anche effettuato provviste alimentari e quant’altro”.

“Abbiamo specificato quindi che i ristori nazionali dovranno essere rivolti a gestori di bar e ristoranti per coprire anche i danni relativi a ordini di provviste inutilizzate, oltre che derivanti dalle prenotazioni annullate. Spero – conclude Puppa – che questa mozione possa trovare il dovuto ascolto, grazie alle sollecitazione della giunta toscana, presso il governo nazionale”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.