Livorno – Pomezia: Daspo di due anni per un tifoso labronico

Identificato grazie alle immagini di videosorveglianza dello stadio Picchi

Daspo per due anni per un giovane labronico individuato e denunciato dalla polizia per aver acceso fuochi durante la partita Livorno – Pomezia.

In relazione all’accensione di alcuni artifizi pirotecnici avvenuti il 12 giugno nel corso della gara di andata della finale playoff del campionato di eccellenza Us Livorno –  Pomezia, accensione per la quale la società labronica è stata sanzionata dal giudice sportivo con 1500 euro di multa, nella mattina odierna è stato denunciato un giovane tifoso labronico di 25 anni per il reato previsto dall’articolo 6 ter della legge 401 del 13 dicembre 1989 e successive modifiche, punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da 1.000 a 5.000 euro.

Nei confronti del giovane, identificato dagli agenti della questura di Livorno grazie alle immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza dello stadio A. Picchi, è stato inoltre emesso un divieto di accesso alle manifestazioni sportive di anni 2.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.