Quantcast

“Sindaco muori”; minacce al primo cittadino di Montecatini Terme

Solidarietà bipartisan al sindaco per la scritta

“Esprimo la solidarietà, a nome personale e dell’intera assemblea toscana, al sindaco di Montecatini, Luca Baroncini, per le minacce di morte ricevute”.

Così il presidente del consiglio regionale, Antonio Mazzeo, appresa la notizia della scritta “sindaco muori”, fatta trovare vicino al Municipio della città termale.

Simili gesti sono da condannare con fermezza – ha sottolineato il presidente – sono convinto che il primo cittadino non si lascerà intimidire e continuerà nel suo mandato, al servizio della sua comunità, e a lui e alla comunità di Montecatini faremo sentire la vicinanza delle istituzioni e della comunità toscana tutta”.

“Ora più di sempre, chi ha impegni istituzionali – ha concluso Mazzeo – è chiamato a tenere alta la guardia contro ogni sorta di violenza o di intimidazione. Sindache e sindaci sono quotidianamente alle prese con i reali problemi della popolazione. Rispettare e difendere loro significa rispettare e difendere la democrazia”.

“Esprimo a Luca Baroncini, che è un amico e un giovane sindaco di grande valore, la mia vicinanza – aggiunte l’eurodeputata della Lega Susanna Ceccardi – Dobbiamo dire basta a questo clima d’odio. Mi auguro che gli autori di questo gesto ignobile, grave ed inquietante, siano presto individuati e assicurati alla giustizia. E’ un episodio frutto di un clima che, negli anni, certa sinistra ha pensato bene di fomentare. Quella sinistra che predica pace e dialogo ma poi semina odio contro gli avversari. A tutti loro un sorriso e la promessa che non ci fermeranno”.

“Nessuna minaccia o offesa, nemmeno di morte, potrà mai demotivarmi e fermare il mio impegno – commenta sui social il sindaco di Montecatini –  al servizio della nostra città! Avanti, ancora più motivato e carico”

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.