Quantcast

Gelli (Fondazione Italia in Salute): “Bene record di vaccini, ma occhio alla variante indiana”

Aumento di contagi del Regno Unito: "Serve concludere al più presto il ciclo di somministrazioni"

“I dati del monitoraggio settimana della cabina di regia ci riporta un’Italia tendente sempre più al colore bianco. Calano ancora l’indice Rt, l’incidenza settimanale e tassi di ricovero sia in terapia intensiva che nei reparti di area medica. Inoltre, sempre nella giornata di ieri, è stato segnato il nuovo record di vaccinazioni in un giorno sfiorando le 600mila. Un risultato straordinario reso possibile non solo dall’importante contributo organizzativo del commissario Figliuolo, ma anche dal grande lavoro che quotidianamente portano avanti le donne gli uomini del Servizio sanitario nazionale”. È quanto dichiarato da Federico Gelli, presidente Fondazione Italia In Salute.

“Nonostante tutto questo, però, dobbiamo mantenere sempre alto il livello dell’attenzione. E questo perché i contagi nel Regno Unito hanno ripreso a salire e sono circa il doppio di quelli italiani. L’alta protezione vaccinale permette di avere decessi limitati alle 10 unità a fronte di 60/70 decessi ancora registrati in Italia. L’aumento dei contagi nel Regno Unito, dovuto soprattutto alla diffusione della variante indiana, deve essere un campanello d’allarme”.

“Fortunatamente da noi – conclude Gelli – abbiamo un numero attualmente molto contenuto di questa nuova variante ma resta un messaggio di fondo sul quale dover riflettere: fino a vaccinazione totale dobbiamo fare attenzione perché il virus continua ampiamente a circolare sul suolo europeo. Vaccinare il maggior numero possibile di persone con entrambe le dosi è quindi fondamentale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.