Quantcast

Bagno a Ripoli, una partita del cuore tutta al femminile per solidarietà ad Aurora Leone

Il ricavato della partita sarà devoluto in beneficenza ad una associazione del territorio

“Nessuno può tenere le donne in panchina, per questo i primi di giugno le vedremo in campo con una partita di calcetto che vedrà fronteggiarsi le squadre miste della giunta e del consiglio comunale, con le fasce da capitano assegnate proprio alle assessore e alle consigliere”.

Lo ha annunciato Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, comune alle porte di Firenze. “Una partita simbolica, con cui vogliamo lanciare un messaggio di solidarietà a tutte le donne, giovani e meno giovani, vittime di discriminazione. Ma anche un modo per sostenere concretamente la lotta ad ogni forma di violenza contro le donne: il ricavato della partita sarà devoluto in beneficenza ad una associazione del territorio in prima linea in questa fondamentale battaglia”.

La sfida rappresenta anche un gesto di solidarietà verso Aurora Leone, membro del gruppo comico The Jackal, esclusa dalla Partita del Cuore che si è giocata ieri. “Le polemiche seguite a questo ennesimo attacco sessista ai danni delle donne sono su tutti i siti e i giornali in questi giorni – ha spiegato Casini – Ma le parole spesso non bastano. Per questo, insieme alle assessore Francesca Cellini ed Eleonora Francois, a tutta la giunta e ai gruppi consiliari di maggioranza e opposizione, abbiamo deciso di passare ai fatti“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.