Quantcast

Ciro Recce nuovo segretario generale di Cisl Toscana

Succede a Riccardo Cerza dimessosi per raggiunti limiti statutari

Ciro Recce è il nuovo segretario generale di Cisl Toscana. A eleggerlo oggi è stato il consiglio generale del sindacato, riunito a Firenze alla presenza anche del leader nazionale dell’organizzazione, Luigi Sbarra. Recce, dal 2010 segretario generale aggiunto, succede così a Riccardo Cerza dimessosi per raggiunti limiti statutari.

L’assemblea di stamani si è aperta con un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli incidenti sul lavoro, un tema al centro dell’agenda del neoeletto segretario di Cisl. “La maggiore preoccupazione in questo momento è che lo sblocco dei licenziamenti porti anche in Toscana una perdita di posti di lavoro importante e non ce lo possiamo permettere – sono le prime parole di Recce – Dobbiamo attivare da subito tutte le misure necessarie per fronteggiare questo pericolo- aggiunge- la pandemia ci ha sorpresi, non facciamoci sorprendere anche dalla sua fine”.

Due sono i fronti sui quali intervenire: “Da un lato – sostiene – bisogna creare nuova occupazione, sbloccando le infrastrutture, sostenendo le imprese che vogliono innovare, puntando sulla digitalizzazione, dall’altro per un mercato del lavoro che richiederà competenze sempre più tecniche saranno necessarie vere politiche attive, formazione, per riqualificarsi, per facilitare l’occupazione e il reinserimento lavorativo”.

Altrettanto di rilievo per il neosegretario è poi il tema del lavoro sicuro. E questo, puntualizza, “non solo in termini di stabilità, ma anche di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Le tragedie che abbiamo vissuto anche in questa prima parte di anno, l’ultima quella di Luana d’Orazio ce lo impongono“.

A Recce sono arrivate le parole di congratulazioni delle altre sigle confederali e dell’assessora Alessandra Nardini della Regione Toscana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.