Quantcast

Chiudono 17 negozi della catena Douglas in Toscana

Interessati 457 lavoratori, sindacati del commercio sul piede di guerra

La direzione della catena di profumerie Douglas Italia ha formalizzato ai sindacati la lista dei 128 punti vendita che entrano della riorganizzazione annunciata che coinvolge 457 lavoratori. La catena tedesca ha già disdettato la maggior parte dei contratti d’affitto dei negozi.

I punti vendita che chiuderanno sono 17 in Toscana (due su Firenze, uno a Prato, tre su Siena, tre su Pisa, due su Livorno, due su Pistoia, due a Grosseto, uno a Massa ed uno ad Arezzo),

I sindacati Fisascat, Filcams e Uiltucs hanno ribadito la contrarietà alle chiusure e sollecitato il tavolo di crisi al ministero dello sviluppo economico. Intanto, il confronto con Douglas è stato aggiornato al 9 aprile, data entro la quale l’azienda dovrebbe presentare il piano commerciale e mostrare i criteri utilizzati e quali sono le misure che intende mettere per a salvaguardia occupazionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.