Quantcast

“Su formazione e sostenibilità questo territorio continua a fare squadra”, l’assessore Nardini e i sindaci alla Biokimica foto

"Crediamo fortemente che la produzione di pelle naturale avrà un grande futuro"

Più informazioni su

    Accompagnata dai sindaci del Valdarno Inferiore, l’assessore regionale Alessandra Nardini ha fatto visita al Gruppo Biokimica, azienda impegnata nella ricerca e sviluppo dei processi sostenibili di lavorazione della pelle e nella produzione di prodotti chimici per la trasformazione del pellame dal grezzo al prodotto finito.

    Biokimica all’interno del suo percorso lavorativo è costantemente impegnata nello sviluppo di progetti sostenibili di economia circolare e di processi che prevedano l’utilizzo di prodotti a basso impatto ambientale con basso contenuto di metalli, Cod e Bisfenoli, sostanze quest’ultime che nell’ultimo tempo sono soggette a restrizione per il loro possibile impatto sulla salute umana.

    Durante la visita all’azienda, l’assessore regionale Nardini ha potuto visitare i laboratori di ricerca e controllo qualità dove ogni giorno numerosi ricercatori svolgono attività di analisi e test chimico fisici nonché prendere visione delle attività formative promosse. Inoltre, è stata presentata la nuova macchina “Green Finish” per il processo produttivo di rifinizione della pelle la cui peculiarità è quella di essere esente da emissioni in atmosfera. Attraverso l’utilizzo di prodotti chimici realizzati partendo da materie prime di origine vegetale da fonti rinnovabili si ottengono pelli rifinite sostenibili e circolari.

    “Il Gruppo Biokimica – ha detto l’assessore regionale – è una realtà importante per il Comprensorio del Cuoio e per il territorio toscano. In questi anni sta scommettendo e investendo sul tema della sostenibilità, compiendo così una scelta di valore. La sostenibilità è infatti uno dei pilastri trasversali che devono abbracciare tutte le politiche che mettiamo in campo, perché solo così è possibile ridurre l’impatto sull’ambiente e farci carico di preservarlo. Nel corso della visita ci siamo soffermati a parlare anche del tema della formazione, materia di cui mi occupo come assessorato ed è stato interessante e utile il confronto con l’azienda per comprendere ancora meglio il fabbisogno formativo di una realtà come questa. Ringrazio per la presenza significativa, oltre al consigliere del presidente Giani per i rapporti con enti territoriali e attività economiche Vittorio Gabbanini, i sindaci Giulia Deidda di Santa Croce sull’Arno, Simone Giglioli di San Miniato, Gabriele Toti di Castelfranco di Sotto, Alessio Spinelli di Fucecchio. Sul tema della formazione e della sostenibilità questo territorio continua a fare squadra”.

    “In questo momento storico – ha detto il presidente del Gruppo Massimo Baldini –, dopo il Covid, il nostro settore industriale è messo nuovamente a dura prova delle conseguenze derivanti dal conflitto in Ucraina. Nonostante il difficile momento, in questi anni abbiamo fatto significativi investimenti per lo sviluppo di processi e prodotti sostenibili e sicuri per la salute e l’ambiente. L’auspicio è che le aziende del Comprensorio tornino ad investire in nuove tecnologie che possano portare ad un’industria conciaria sempre più sostenibile. Biokimica si rende disponibile ad accompagnare il Comprensorio in continui processi di miglioramento. Il sostegno della Regione Toscana è importante sia in termini di sostegno alla formazione che nel perseguire costanti politiche di distretto del Valdarno Inferiore. Crediamo fortemente che la produzione di pelle naturale avrà un grande futuro. Tutti nella filiera di approvvigionamento dobbiamo continuare a lavorare attivamente”.

    Gruppo Biokimica è un’azienda certificata ZDHC MRSL V2.0 di Livello 3 il massimo riconoscimento previsto dal protocollo mondiale promosso dalle maggiori firme e brand della moda. Una certificazione rilasciata da Istituto di certificazione della qualità per l’industria conciaria di Milano. L’Icec è l’unico Istituto di Certificazione specializzato esclusivamente per l’area pelle. Nasce in Italia a Milano nel 1994 e grazie alla sua esperienza nel settore garantisce la massima competenza. Il programma ZDHC (Zero Discharge of Hazardous Chemicals) mira ad eliminare le sostanze chimiche più pericolose secondo l’elenco ZDHC Manufacturing Rescricted Substances al fine di promuovere una chimica più sicura nel rispetto e nella protezione dell’ambiente. Il livello 3 ZDHC di certificazione convalida i processi del Gruppo Biokimica in tutti i principali aspetti di una manifattura chimica sostenibile, quali: controllo di gestione, pratiche amministrative relative al prodotto, selezione e valutazione delle materie prime, produzione chimica nel rispetto dell’EHS (ambiente, salute, sicurezza) e comunicazione ai clienti e ai brand di informazioni rilevanti ai fini della sicurezza.

    Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.