Quantcast

Al via “Motumundi 2021”, il festival internazionale su ambiente e clima

Da questo giovedì (14 ottobre) a domenica a Cavriglia con dibattiti, conferenze, workshop e laboratori per sensibilizzare sulla tutela del globo

Salute del pianeta, blueconomy, spazi urbani, cooperazione allo sviluppo green, energia, finanza, ecodiplomazia, economia circolare nel settore moda e turismo sostenibile, sono solo alcuni degli argomenti che saranno trattati a Cavriglia, in provincia di Arezzo, nella seconda edizione del festival internazionale su clima e ambiente Motumundi, da questo giovedì (14 ottobre) a domenica 17 ottobre.

L’evento è stato presentato stamani in Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della regione Toscana dalla direttrice del settore cultura della regione Elena Pianea. Con lei il sindaco di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti O Sanni e il presidente di Vitale onlus Roberto Vitale, direttore artistico di Motumundi.

“E’ un festival dedicato ai temi ambientali che oggi ci riguardano quotidianamente – ha detto Pianea –, un appuntamento ricco di iniziative di approfondimento e di ospiti. La caratteristica più interessante è la capacità di declinare il tema dell’ecologia, della sostenibilità, del rispetto per il nostro pianeta sulle diverse situazioni che ciascuno di noi si trova a vivere. Va ricordato anche un taglio femminile e mi fa piacere citare la giornalista Tiziana Ferrario che viene a presentare un libro dedicato alle donne afghane. Non bisogna pensare che sia una tematica scollegata dal tema dell’ambiente questa, perché l’ambiente è anche civiltà, dignità di vita, importanza di stare in armonia col mondo e il riferimento alle donne afgane è per contrasto: in quel luogo non solo viene violentato l’ambiente ma si fa molto male alla popolazione, soprattutto alle donne e ai giovani”.

Al festival parteciperà il presidente della regione Eugenio Giani, affezionato ospite dell’iniziativa che ha visto nascere l’anno scorso. Il presidente ha avuto modo di ribadire il grande valore di Motomundi e ha detto: “Torna con una seconda edizione ricchissima e stimolante a conferma di quanto il comune di Cavriglia sia all’avanguardia su questi temi, grazie al suo rapporto con l’ambiente così vivo, così sofferto per la sua antica storia, ma anche così impegnato nel raccontare e dimostrare la necessità di un cambio di passo”.

“Il nostro comune – ha detto il sindaco Degli’Innocenti O Sanni – non perde un appuntamento quando si parla di ambiente, ecosostenibilità e qualità della vita. Per il secondo anno, quindi, Cavriglia ospita Motumundi che sarà un motivo ed un’occasione per interrogarci su temi che hanno un’importanza non più procrastinabile e sarà, altresì, una piattaforma di confronto ed approfondimento. Questo non solo perché vedrà la partecipazione di giornalisti, tecnici e politici, ma perché rappresenterà uno stimolo per i giovani. Il mio auspicio, dunque, è che siano in molti coloro che decideranno di partecipare agli incontri ed agli approfondimenti, perché accrescere la sensibilità verso le politiche green rappresenta una sorta di dovere civico”

“Gli scienziati – ha aggiunto il vicesindaco Filippo Boni – sono stati chiari: è iniziato il conto alla rovescia sul clima. O invertiamo la rotta o presto il riscaldamento globale provocherà danni irreversibili. La seconda edizione di Motumundi a Cavriglia nasce grazie alla Cinzia Vitale Onlus per riflettere insieme ad esperti internazionali del settore su una situazione che di giorno in giorno si fa sempre più incandescente e complessa. C’è la necessità di un cambio culturale in ambito ambientale e vogliamo farlo in maniera rapida e chiara a Cavriglia, territorio che ha sofferto tantissimo dal punto di vista ambientale, dove per oltre 150 anni si è coltivata lignite che ha portato ricchezza e benessere ma ha inferto al territorio una ferita importante. Grazie all’avvio di una serie di processi virtuosi di riqualificazione ambientale, in poco più di trenta anni siamo riusciti a invertire la rotta e oggi – ha concluso – il nostro comune è un’eccellenza nazionale nell’ambito delle energie rinnovabili premiato anche da Legambiente. Vogliamo dare un segnale preciso alla comunità internazionale”.

Sensibilizzare la comunità nazionale e internazionale sulla necessità di un cambiamento culturale per tutelare l’ambiente è l’obiettivo del festival che si sviluppa attraverso dibattiti, conferenze, workshop e laboratori nel rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione del contagio da Covid-19, nonché di quelle inerenti il rischio di diffusione. Gli appuntamenti sono sia in forma partecipata aperta al pubblico sia in forma remota tramite piattaforme on-line. L’evento, ideato, promosso e organizzato dalla Vitale onlus in partnership con il comune di Cavriglia e la direzione generale della cooperazione allo sviluppo del ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, gode del sostegno di Enel e sarà, altresì, palcoscenico per dibattere dei cambiamenti climatici, nonché dei 17 Unsustainable development goals delle Nazioni Unite.

All’edizione 2021 di Motumundi è annunciata la presenza, tra gli altri, dell’ambasciatore Giorgio Marrapodi, direttore generale della cooperazione allo sviluppo del ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, dell’ambasciatore Stefano Pontecorvo, alto rappresentante della Nato in Afghanistan, della giornalista del Tg1 Rai Tiziana Ferrario e ancora dello scienziato Cosimo Solidoro, di Angelo Riccaboni, delegato italiano alla Mission for soil europea, già rettore dell’università di Siena, di Mounir Ghribi, delegato del dialogo 5+5, di Roberto Cimino, vice presidente cluster tecnologico Blue italian growth, di Francesca Romana Rinaldi, docente dell’università Bocconi e di Nicola Tagliafierro, responsabile sostenibilità globale Enel X.

A Cavriglia, ospiti della Vitale onlus presieduta da Roberto Vitale, il quale è anche presidente e direttore artistico di Motumundi, sono annunciati la delegata d’ambasciata Adriana Apollonio, Nicoletta Dentico, Society for international development, Francesco Zambon, ex ricercatore Organizzazione mondiale della sanità con il suo ultimo libro Il pesce piccolo. Una storia di virus e segreti, il vice direttore dell’Ansa Stefano Polli, Nicola Casagli, presidente dell’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale, Helena Baafi Mensah, manager dell’università di Sunderland, Damir Murkovic, presidente delle Camere di commercio dell’Europa centro orientale.

Tiziana Ferrario presenterà il suo ultimo libro La principessa afghana, nonché la giornalista del Tg2 Rai Christiana Ruggeri con il suo ultimo libro Green Girls. Storie vere di ragazze dalla parte del pianeta che, al festival Motumundi, sarà uno strumento di lavoro per la sensibilizzazione dei giovani sulla necessità di rispettare l’ambiente.

L’evento vedrà anche la consegna del Premio Motumundi 2021.

Ingresso gratuito, green pass obbligatorio. Per prenotazioni chiamare il numero 055.9669733 dalle 8 alle 14, dal lunedì al sabato.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.