Quantcast

Università di Pisa, nasce il primo percorso di laurea in Italia sui georischi

Per formare gli esperti di salvaguardia del territorio. "Si metteranno a disposizione della società per prevenire e affrontare i rischi conseguenti ai cambiamenti climatici" spiega il professor Giovanni Sarti

E’ il primo percorso formativo italiano che in modo strutturale e completo propone insegnamenti specifici sui georischi, da quello vulcanico a quello sismico, da quello costiero a quelli idrogeomorfologico e geoambientale e nasce in Toscana all’università di Pisa. L’iniziativa fa parte del corso di laurea magistrale in scienze e tecnologie geologiche del dipartimento di scienze della terra, di cui è presidente il professor Giovanni Sarti.

Il percorso formativo in georischi è altamente trasversale, prevedendo collaborazioni sinergiche con i corsi di laurea in scienze ambientali e in data science and business informatics e con il centro interdisciplinare di scienze per la pace, oltre che con le sezioni pisane dell’Istituto di geoscienze e georisorse (Igg) del Cnr e dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Vari e importanti sono i legami con istituzioni regionali e nazionali e con enti di ricerca, nel cui ambito lo studente potrà svolgere attività curriculari, tirocini e tesi di laurea, che vanno dal dipartimento della protezione civile della presidenza del Consiglio dei ministri alla protezione civile di Pisa e di Lucca, fino all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra).

Il percorso in georischi formerà figure professionali del geologo con vaste conoscenze e competenze, offrendo quindi ottime prospettive occupazionali. I laureati saranno in grado di lavorare come liberi professionisti in diversi settori, di proporsi come operatori di protezione civile sia in ambito locale che nazionale, di agire nell’ambito di enti pubblici e agenzie che si occupano della salvaguardia del territorio, sia per consulenze e monitoraggio ambientale e idrico (Arpat, gestori idrici, regioni e comuni), sia per attività di regolazione e prevenzione (autorità portuali e di bacino).

“Il percorso formativo – ha ricordato il professor Giovanni Sarti – potrà quindi contare su collaborazioni altamente qualificate, in grado di fornire un’ampia prospettiva sui georischi, con gli approfondimenti scientifici e tecnico operativi di livello più elevato, fondamentali per questi nuovi geologi. Contiamo di formare specialisti che si metteranno a disposizione della società, ad esempio, per prevenire e affrontare i rischi conseguenti ai cambiamenti climatici, con il supporto delle tecnologie più avanzate”.

Per maggiori informazioni e contatti si può consultare il sito:https://www.dst.unipi.it/scienze-e-tecnologie-geologiche.html

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.