Vaiolo delle scimmie: partita la vaccinazione in Italia

Non sarà una vaccinazione di massa: per ora le categorie a rischio sono gay, transgender, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini e personale di laboratorio

Vaiolo delle scimmie: partita ieri, 8 agosto, dopo a circolare del ministero della Salute, la campagna vaccinale.

Il via allo Spallanzani di Roma, che ha già ricevuto oltre 600 prenotazioni spontanee e circa 200 appuntamenti.

Come spiegato dalla stessa circolare ministeriale la vaccinazione non ha carattere di massa, ma è diretta alle persone a maggior rischio di infezione da Monkeypox virus, come le persone gay, transgender, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (Msm), che rientrino in una serie di criteri di rischio, e il personale di laboratorio con possibile esposizione diretta a orthopoxvirus.

Il vaccino è l’Jynneos (Mva-Bn), vaccino antivaioloso basato su virus vaccinico vivo, Ankara modificato, non replicante, approvato da Ema.

Chi rientra tra le categorie elencate può prenotarsi mandando una mail a vaccinomonkeypox@inmi.it. Per informazioni maggiori è possibile leggere la circolare del ministero della Salute che esclude per il momento una vaccinazione di massa.

Qui la circolare del ministero.
Per la Toscana, che ad oggi conta diversi casi,25 su tutto il territorio regionale, con il maggior numero nell’Asl Toscana centro con dieci pazienti, segue l’Asl Nord-ovest con otto e l’Asl Sud-est con sette, la vaccinazione ancora non è partita.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.