I 37 cani sequestrati accolti al canile Il Rifugio di Prato: presto gli affidi giudiziari foto

Ci sono 5 cuccioli che insieme alla mamma sono stati accolti in stallo da una volontaria e nei prossimi giorni è prevista la nascita di altri 8.

Questa mattina (22 giugno) l’assessora alla città curata Cristina Sanzò si è recata, accompagnata dai tecnici dell’ufficio animali del Comune di Prato, al Canile Il Rifugio dove sono stati accolti i 37 cani, tutti di razza, sequestrati nei giorni scorsi a Carmignano. 

In casa con 37 cani: maxi sequestro e denuncia per maltrattamento di animali e disturbo alla quiete pubblica

 

Appena ricevuta  la richiesta della magistratura come amministrazione abbiamo risposto immediatamente e pur non avendo a disposizione i posti sufficienti che erano già occupati nel canile sanitario, dove devono passare i cani quando arrivano, ci siamo attivati per predisporre dei box appositi. Siamo orgogliosi perchè come amministrazione abbiamo sempre dato fin da subito la nostra disponibilità di fronte a situazioni come questa di emergenza e di maltrattamenti. Una volta terminata l’osservazione veterinaria e le specifiche cure sanitarie di cui questi animali, alcuni arrivati davvero in condizioni igienico sanitarie pessime, hanno bisogno, attenderemo che il magistrato ci consenta di poter far partire gli affidi giudiziari, che non sono però delle adozioni per il momento, a coloro che ne faranno richiesta o direttamente al gestore del canile o agli uffici diritti animali del Comune.”

Al momento ci sono 5 cuccioli che insieme alla mamma sono stati accolti in stallo da una volontaria e nei prossimi giorni è prevista la nascita di altri 8. Alcuni dei cani sequestrati non avevano i microchip ed è stato provveduto a inserirli. 

“La nostra intenzione, nella preparazione della nuova gara – prosegue l’assessora Sanzò – per andare incontro alle esigenze delle associazioni che si muovono sul territorio o in previsione di sequestri, è quella di prevedere circa 10 box da tenere liberi e a disposizione per emergenze come questa”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.