Minaccia la madre con un coltello: il figlio finisce in carcere

Già denunciato per maltrattamenti in passato aveva il divieto di dimora a Pisa. Ieri ha aggredito anche il fratello disabile

Ieri (21 maggio), nel pomeriggio, una pattuglia della squadra volanti della questura di Pisa, è intervenuta in zona Ghezzano su richiesta di una signora, che ha segnalato alla sala operativa che il figlio 30enne, in passato denunciato per maltrattamenti verso di lei e l’altro figlio minore, si era introdotto in casa ed era violento.

A seguito di questa precedente denuncia e delle indagini effettuate dalla polizia, il gip aveva decretato la misura prevenzione del divieto dimora a Pisa. I poliziotti conoscendo la situazione si sono precipitati sul posto in pochi minuti, bloccando l’esagitato che aveva minacciato la madre con un coltello e picchiato con schiaffi e pugni, procurandosi anche tagli superficiali al collo con una lametta.

L’energumeno è stato arrestato per maltrattamenti, lesioni e violazione legge armi, e su disposizione pm di turno portato in carcere in attesa interrogatorio garanzia. Per il fratello disabile non c’è stato bisogno di trasporto al pronto soccorso. Solo molto spavento, e qualche ferita superficiale. Per fortuna il celere intervento ha evitato conseguenze più gravi.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.