Quantcast

Rapine violente: in manette tre minorenni

I ragazzini hanno tra i 16 e i 17 anni

Rapinano giovani: i carabinieri arrestano 3 minorenni.

Nella giornata di ieri (11 maggio) a Vaglia , Terni e Montignoso, i carabinieri della stazione di Firenze uffizi, coadiuvati dai competenti comandi dell’Arma, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa da gip del tribunale per i minorenni di Firenze, su richiesta della procura minorile, nei confronti di tre minori (due italiani e uno straniero) di età comprese tra i 16 e i 17 anni, ritenuti responsabili, a vario titolo, delle ipotesi di reato di rapina aggravata e lesioni personali aggravate in concorso.

Due gli episodi contestati: il primo avvenuto nella notte tra il 29 e il 30 gennaio scorsi, in via Pellicceria angolo piazzetta di Parte Guelfa, allorquando quattro giovani fiorentini usciti da un locale erano stati aggrediti senza apparente motivo da un gruppo di almeno 6 altri giovani; in quella circostanza ad una delle vittime, che avrebbe riportato un trauma cranico con 7 giorni di prognosi, tentavano invano di asportare il portafogli mentre ad un’altra, colpita violentemente al volto con frattura della mandibola e prognosi di 30 giorni, riuscivano ad sottrarre il proprio smartphone. Per questo episodio, i militari della stazione di Firenze Uffizi, attraverso l’analisi delle immagini del sistema di video-sorveglianza comunale, le dichiarazioni testimoniali delle vittime e i conseguenti riconoscimenti fotografici,  individuavano 5 dei componenti del gruppo, a due dei quali, avendo avuto un ruolo maggiore, è stata applicata la misura della custodia cautelare nel carcere minorile di Firenze

Il secondo episodio, avvenuto nel parco di Via Don Minzoni a Campi Bisenzio nel pomeriggio dello scorso 24 febbraio, ha visto coinvolti due giovani che venivano aggrediti a scopo di rapina dai due minori cui si era unito anche il fratello di uno dei due, che per l’ episodio è stato sottoposto alla misura del collocamento in una comunità della provincia di Massa; in quella circostanza le due vittime erano state avvicinate e, al diniego di consegnare tutto quello che avessero, colpite con calci, pugni e colpi di casco, riportando ferite giudicate guaribili in 10 e 7 giorni. I carabinieri della Stazione di Campi Bisenzio, acquisite le prime informazioni dalle persone informate sui fatti, stringevano il cerchio sui presunti responsabili, riconosciuti dalle vittime a seguito di individuazione fotografica.

I due minori sottoposti alla misura della custodia cautelare nell’istituto penale per minorenni sono stati rispettivamente rintracciati presso un comunità di Terni (dove il primo era stato associato per altra causa) e presso l’abitazione di residenza sita in Vaglia. Il terzo minore è stato ritracciato in una comunità delle provincia di Massa dore era stato associato per altra causa e li è rimasto in forza del provvedimento odierno

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.