Pusher in manette: nell’auto abbandonata 6 chili di cocaina, a casa 90mila euro nel freezer

Le banconote sono state scongelate e sequestrate assieme allo stupefacente

Ieri sera (1 aprile), a Sesto Fiorentino, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, la polizia di Stato ha arrestato un cittadino marocchino di 36 anni sequestrando 6 chili di cocaina e oltre 90.000 euro in contanti scoperti, per lo più, nel freezer del suo appartamento.

Da qualche giorno gli agenti della del commissariato di San Giovanni stavano tenendo d’occhio i movimenti del 36enne residente nel centro storico e che, secondo quanto emerso durante i servizi di controllo del territorio, era solito girare tra la zona di Firenze Nord e Sesto Fiorentino, a bordo di auto prese a noleggio.

Proprio in quest’ultimo comune, in un’area periferica ai confini con l’aperta campagna, l’uomo, già noto alle forze di polizia, sarebbe stato inoltre notato in più circostanze scendere dalle macchine a noleggio ed armeggiare intorno ad un’utilitaria parcheggiata da diverso tempo in strada.

I poliziotti hanno voluto vederci chiaro e così ieri alle 21 hanno fermato il sospetto e insieme a lui sono andati a verificare il “mistero” che ruotava intorno a quell’auto fantasma parcheggiata sempre nello stesso punto a Sesto Fiorentino: il mezzo era utilizzato come deposito per la droga; nell’abitacolo, ben occultati tra i sedili, c’erano più di 6 chili di cocaina.

Gli investigatori di San Giovanni sono andati poi a fondo nella vicenda scoprendo che in un monolocale a Novoli, dove l’arrestato viveva effettivamente con la famiglia, c’era un vero e proprio tesoretto in contanti, nascosto nei posti più impensabili.

La maggior parte delle banconote, che gli inquirenti non escludono essere provento di una fiorente quanto illecita attività di spaccio di cocaina, sono state infatti trovate all’interno di uno scomparto del frigorifero e subito scongelate e sequestrate dalla Polizia di Stato.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.