Quantcast

Organizzava l’ingresso di migranti in Europa, 47enne arrestato a Lucca

Su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale

Si faceva pagare per organizzare viaggi di fortuna dal Marocco a migranti disperati. Un 47enne ricercato dalla giustizia marocchina è stato arrestato a Lucca dagli uomini della squadra mobile della questura, dopo un’accurata indagine che ha portato a determinarne la presenza in città. L’uomo, su cui pendeva un mandato di cattura internazionale per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, è stato individuato da alcuni familiari.

Nella tarda mattinata di ieri (21 gennaio), infatti, agenti della Squadra mobile della questura, facendo seguito alle segnalazioni del servizio di cooperazione internazionale di polizia circa la possibile presenza sul territorio della provincia del 47enne ricercato, ha condotto immediati accertamenti volti al suo rintraccio. Le prime indagini hanno permesso di appurare che il soggetto si trovava a Lucca. Sono stati quindi effettuati mirati servizi di osservazione e pedinamento, estesi anche al nucleo familiare, all’esito dei quali l’uomo, regolare sul territorio nazionale, è stato individuato e fermato.

Sottoposto ad accertamenti fotodattiloscopici che ne hanno confermato l’identità, gli è stato notificato il provvedimento di cattura e successivamente si è proceduto al suo trasporto in carcere.
Il provvedimento è stato emesso dall’autorità giudiziaria marocchina al termine di attività investigativa avviata dalle autorità di polizia del Paese, nella seconda metà di agosto 2019, su un flusso di uomini che emigravano clandestinamente verso l’Europa. L’indagine ha dimostrato che l’uomo in due diverse circostanze aveva fornito aiuto ed assistenza ai migranti in Marocco, in cambio di denaro.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.