Quantcast

Arrestato a Viareggio, il legale fa istanza alla corte d’Appello: scarcerato

L'avvocato Olmi: "Il mio assistito, se pur ai domiciliari, ora lavora in un cantiere"

Era stato arrestato a Viareggio, alla fine del mese di dicembre dello scorso anno.

Trovato dai carabinieri, sull’uomo, un cittadino moldavo di 31 anni, pendeva un mandato di cattura emesso dal tribunale di Stasemi per i reati di rapina e lesioni personali, fatti questi commessi in Moldavia per i quali era stato condannato a 6 anni di reclusione.

Un arresto provvisorio, in base al disposto dell’articolo 716 del codice di procedura penale, poi convalidato, sussistendo il pericolo di fuga, e l’uomo era finito in carcere. Nel 2016, a giugno, l’uomo, con dei complici, come risulta dagli atti, aveva colpito a calci e pugni un connazionale e lo aveva rapinato, procurandogli una commozione cerebrale, escoriazioni al volto e ad una spalla, oltre ad una contusione al rene

Su istanza presentata alla corte d’appello di Firenze dal suo legale di fiducia, l’avvocato Antonio Olmi il cittadino moldavo è stato scarcerato.

Adesso, anche se ai domiciliari,  lavora, regolarmente, in un cantiere navale viareggino. Resta ancora in piedi, al momento, il procedimento per l’estradizione.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.