Positivi al Covid, manca il personale: a Torre del Lago lezioni solo la mattina per asili, primarie e medie

Comunicazione alle famiglie dal dirigente scolastico

Covid e contagi.

Domani (10 gennaio), giorno di inizio delle lezioni dopo la pausa festiva, a Torre del Lago le scuole dell’istituto comprensivo saranno aperte solo la mattina.

A darne notizia sui social è stata una maestra, Elena Tozzi, ex consigliera comunale con l’allora sindaco Leonardo Betti.

Le scuole interessate sono quelle dell’ infanzia Borgo 1, Borgo 2 e la Beconi, le scuole primarie Tomei e Puccini
e la scuola media Gragnani

Tra personale malato, no vax senza vaccino ergo sospeso fino a vaccinazione eseguita, isolamento per contatti
prevenzione, le lezioni pomeridiane sono sospese.

La comunicazione, a firma del dirigente scolastico Vincenzo Maiorca, pubblicata anche sul sito dell’istituto comprensivo di Torre del Lago, è stata inviata a tutte le famiglie.

“Comè è a tutti palesemente noto, la situazione pandemica è in continuo peggioramento e i casi di positività sono in continuo aumento anche nella nostra comunità scolastica, interessando varie fasce d’età – si legge nel documento –  La scuola, allo stato attuale, non è in grado di garantire la copertura di tutte le classi e la adeguata vigilanza sugli alunni. Per tali motivi e per dar tempo e modo alla scuola di organizzare una efficace e sicura ripresa delle attività didattiche lunedi 10 gennnaio per le scuole dell’infanzia e la primaria le lezioni termineranno alle 12, per la scuola secondaria alle 11,50. Per lo stesso giorno sono sospese le lezioni di strumento musicale. Le lezioni inizieranno secondo l’orario ordinariamente stabilito.
Le famiglie sono tenute a prendere visione del modulo di autodichiarazione che è visibile sul registro elettronico nella pagina delle comunicazioni del dirigente e che è comunque pubblicato sul sito alla pagina modulistica. Attraverso la dichiarazione i genitori comunicano alla scuola che i propri figli sono nelle condizioni previste dalla norma per la frequenza scolastica in relazione alla pandemia (guarigione, termine isolamento, termine quarantena, tampone negativo). Si fa affidamento, quindi, sul senso di responsabilità delle famiglie nell’assicurare la frequenza in condizioni di sicurezza e si invitano le stesse a comunicare tempestivamente alla scuola l’esistenza di condizioni che impediscono la frequenza scolastica dei propri figli”.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.