Quantcast

Superati tutti i parametri: la Toscana zona gialla dal 10 gennaio

Il ministro della salute Speranza ha firmato l’ordinanza che decreta il passaggio da lunedì 10 gennaio, ma non comporterà alcuna restrizione aggiuntiva

Anche la Toscana si avvia verso la zona gialla. Dopo la riunione di oggi (7 gennaio) della cabina di regia in serata è arrivata l’ordinanza.

Il ministro della salute Roberto Speranza ha firmato in serata l’ordinanza che decreta il passaggio in fascia gialla da lunedì 10 gennaio.

Secondo i parametri presi in considerazione dal consueto monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità, infatti, la Toscana ha superato i 50 casi per 100 mila abitanti, il tetto del 10 per cento di posti letto occupati in terapia intensiva e del 15 per cento di ricoveri nei reparti ordinari che di fatto fanno scattare il passaggio di zona anche se non comportano ulteriori restrizioni, dato che da Natale l’obbligo di mascherine all’aperto – prima previsto solo in zona bianca – è stato esteso a tutta Italia.

Il passaggio in zona gialla non porterà quindi nessuna limitazione aggiuntiva ma sarà solo un monito per indicare l’incremento della saturazione degli ospedali, dove a oggi, in Toscana si registrano il 17,9% dei ricoveri in area non critica e il 17,2% in rianimazione. Stesso discorso vale anche per la zona arancione: se la pressione ospedaliera dovesse crescere ancora – con oltre il 30% di pazienti Covid ricoverati nei reparti ordinari e oltre il 20% nelle terapie intensive – le misure restrittive diventerebbero praticamente identiche a quelle previste in zona gialla e zona bianca dato che in base all’ultimo decreto, da lunedì (10 gennaio) l’obbligo di super green pass per la maggior parte delle attività – prima esclusivo dell’arancione – sarà esteso a tutti i colori.

Da lunedì il super green pass servirà infatti su treni, bus, metro e su tutti gli altri mezzi di trasporto ma anche per accedere ad alberghi, fiere, impianti sciistici, piscine, centri natatori, per fare sport di squadra e attività culturali e ricreative all’aperto oltre che per mangiare fuori al ristorante.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.