Il prefetto di Firenze in visita all’istituto degli Innocenti foto

Valenti: "Rappresenta un solido punto di riferimento e di sostegno per i progetti di accoglienza dei bambini e delle mamme"

“Ammaliato da tanta bellezza, frutto dell’amore di uomini e donne di Firenze”, è la frase che il prefetto di Firenze Valerio Valenti ha scritto sul libro di dediche dell’Istituto degli Innocenti durante la sua visita di oggi all’edificio progettato dal Brunelleschi.

Il prefetto ha voluto conoscere da vicino la realtà delle case di accoglienza dell’antica istituzione fiorentina, ha fatto visita ai servizi educativi, alla biblioteca Innocenti Library ed al Museo degli Innocenti e nell’archivio storico è stato accompagnato alla scoperta dei registri dei primi bambini accolti nel quindicesimo secolo.

Ad accompagnarlo nella visita sono stati la presidente dell’Istituto Maria Grazia Giuffrida, i consiglieri Giuseppe Sparnacci e Loredana Blasi e il direttore generale Sabrina Breschi.

“L’Istituto degli Innocenti rappresenta un solido punto di riferimento e di sostegno per i progetti di accoglienza dei bambini e delle mamme – ha evidenziato il prefetto Valerio Valenti – E’ un’istituzione che da sempre si contraddistingue per la capacità di fornire un contributo prezioso nei servizi rivolti a bambini, adolescenti e famiglie, come ha nuovamente dimostrato di recente offrendo accoglienza ad alcuni nuclei familiari di profughi provenienti dall’Afghanistan. Ringrazio le donne e gli uomini che ogni giorno operano attivamente per promuovere i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, nella convinzione che solo investendo sui valori della solidarietà potremo garantire ai giovani d’oggi un futuro domani”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.