Quantcast

Sa di essere ricercato e si presenta con avvocato e compagna in caserma: portato in cella

Aveva un documento di identità italiano, emesso dal comune di Viareggio

Sì è presentato in caserma dai carabinieri di Massa Marittima insieme all’avvocato e alla sua compagna un 31enne che nella giornata di ieri è stato arrestato ed immediatamente condotto in carcere.

Sull’uomo pendeva una segnalazione di rintraccio, in quanto a seguito di varie vicende giudiziarie e sentenze di vari gradi di giudizio, ultimo in ordine di tempo una sentenza della corte d’appello di Firenze (di trattava, infatti, di un provvedimento di unificazione di pene concorrenti), che riformava condanne pregresse all’uomo, risultava che lo stesso dovesse scontare cinque anni e sei mesi di reclusione, oltre che pagare una multa pari a circa 5500 euro.

I reati a lui contestati vanno dalla rapina allo spaccio di stupefacenti, per fatti che lo hanno visto coinvolto e che sono avvenuti fuori dalla provincia di Grosseto, dagli anni 2009 al 2015 circa. L’uomo, del resto, non ha particolari legami, pregressi, col territorio, almeno in relazione al suo passato criminale. Era infine chiaramente identificato, nonostante sulla sua persona emergessero diversi alias, ovvero generalità dichiarate diverse da quelle autentiche, con cui in precedenza era stato segnalato da parte delle forze di polizia. In più, aveva un documento di identità italiano, emesso dal comune di Viareggio, nonché un passaporto del suo paese. Sapeva quindi di essere ricercato, ed ha deciso di pareggiare i conti con la giustizia, presentandosi spontaneamente alla caserma di Massa Marittima.

Cosa, in particolare, lo ha spinto a consegnarsi anziché provare, fino a quando gli fosse riuscito, a scappare as un qualsiasi controllo di polizia? Probabilmente motivi sentimentali, che spiegherebbero come mai è entrato nella tenenza mano nella mano con la sua donna: lei infatti è residente a Massa Marittima, dove vive in un appartamento in affitto. Questo potrebbe essere il motivo della scelta dei due, ovvero quello di saldare il conto con la giustizia, ma farlo in un istituto penitenziario, quello di Massa marittima, che gli consentisse di rimanere vicino alla sua compagna. La donna verosimilmente lo attenderà per il periodo che gli rimane da scontare, e che forse lo divide da una vita lontana da quello che è stato il suo passato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.