Quantcast

Madre e figlia di Firenze bloccate in Sudafrica per la variante Omicron

Le due donne erano andate a Città del Capo per la morte di un congiunto

Sono rimaste bloccate in Sudafrica, a causa della variante Omicron, madre e figlia di Firenze. L’ordinanza firmata dal ministro della salute Roberto Speranza ha infatti bloccato tutti i voli.

Le due donne, 83 anni e 42, Lia Losa e Sara Cupiti, molto conosciute anche in provincia di Lucca e a Viareggio, erano arrivate a Città del Capo una decina di giorni per la morte del fratello 53enne, insegnante universitario.

Dopo gli appelli lanciati, l’ambasciata italiana si è messa in contatto con loro e madre e figlia torneranno in Italia con un volo militare, dopo essere state sottoposte a tampone.

“Adesso faremo un test Covid – scrive la figlia Sara su Facebook – , a fine mattinata prendiamo un volo per Città del Capo e aspettiamo fino a domani sera (29 novembre, ndr), con la speranza che con stasera il Sud Africa non vada in lockdown. Non è ancora finita, ci sono varie incognite nel mezzo, ma intanto siamo in movimento. Incrociamo le dita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.