Quantcast

Covid, Walter Ricciardi: “Togliere il green pass a chi rifiuta la terza dose”

Il consulente del ministero della salute: "Se la campagna vaccinale andrà a rilento sarà giusto pensare a strumenti più incisivi"

Togliere il green pass a chi si rifiuta di fare la terza dose del vaccino anti Covid?

E’ una delle ipotesi al vaglio, come riferito da Walter Ricciardi, consulente del ministero della salute, ai colleghi del Messaggero.

Le regole del certificato verde potrebbero essere rimodulate nel prossimo mese di dicembre per contrastare la diffusione del Covid.

Secondo Ricciardi, poi, occorrono sanzioni più rapide nei confronti  del personale sanitario no vax, e si deve spingere sulle terze dose. Per chi non la fa, un primo una sorta di ammonizione, poi, se non si mette in regola, con il booster, la certicazione verde potrebbe perdere validità.

“A 180 giorni dalla seconda dose – ha spiegato –  sei sì protetto dalle conseguenze gravi della malattia, ma molto meno dall’ infezione. Se il numero dei contagi aumenterà e se la campagna della terza dose andrà a rilento, allora sarà giusto pensare a strumenti più incisivi”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.