Quantcast

Rubano da Scarpamondo: in tre finiscono in manette

Il terzetto verrà processato per direttissima oggi

Nel corso della serata di ieri (12 ottobre), i carabinieri di Borgo San Lorenzo e della stazione di Ronta, impegnati nel controllo del territorio per la prevenzione dei reati contro il patrimonio, hanno arrestato tre cittadini georgiani, autori di furti in esercizi commerciali del territorio.

A dare l’allarme sono stati gli addetti alle vendite del negozio  Scarpamondo appena fuori il centro abitato di Borgo San Lorenzo. Avevano notato i movimenti strani di alcuni clienti e per questo li hanno tenuti d’occhio. I sospetti si sono rivelati fondati; i sistemi antitaccheggio hanno dato l’allarme appena una di loro ha superato le casse, senza fermarsi.

I militari, appena giunti sul posto, hanno identificato due donne, la prima di trenta e l’altra di ventotto anni che volevano portarsi via due paia di scarpe; l’altro è un uomo di quarantadue anni che le attendeva all’esterno del negozio, vicino ad un’auto.

I carabinieri, a tal punto, hanno approfondito i controlli, rinvenendo all’interno della vettura, occultati sotto il sedile del passeggero e avvolti in carta, cinque occhiali nuovi, sottratti poco prima dall’ottico Key O di Scarperia.

Le operazioni hanno consentito inoltre di rinvenire due zaini, schermati al loro interno per eludere i sistemi antitaccheggio e una tronchese, utilizzata per rimuovere i dispositivi di allarme.

I tre verranno processati oggi (13 ottobre) con il rito direttissimo. La refurtiva è stata restituita, tranne le scarpe. Dopo l’intervento dei militari, sono state pagate dalle due donne.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.