Vandali in azione a Montelupo: danneggiate le opere di Ugo La Pietra foto

Il rammarico del sindaco che auspica un restauro veloce

Un brutto risveglio per Montelupo: vandalizzate le opere di Ugo La Pietra in piazza Vittorio Veneto

La zona è coperta da telecamere grazie alle quali è possibile ricostruire quanto accaduto.

Questa mattina all’alba Montelupo Fiorentino ha avuto una brutta sorpresa: le opere collocate in piazza Vittorio Veneto e realizzate da Ugo la Pietra sono state tutte vandalizzate ad altezza uomo.

Un gesto che getta nello sconforto la popolazione e anche gli amministratori perché colpisce una delle opere che nel tempo è divenuta un simbolo di Montelupo.

Sul posto sono intervenuti subito gli agenti della Municipale che hanno raccolto le informazioni necessarie per presentare la denuncia.

Tutta l’area è coperta da telecamere, visionate dagli agenti che hanno poi riferito al sindaco in qualità di responsabile della sicurezza quanto accaduto: si tratta di una sola persona che nella notte appena trascorsa, attorno alle 4,30 ha colpito le opere
Le stesse opere sono assicurate e, dopo le necessarie procedure, si spera di poterle restaurare.

“Davanti a fatti come questo non resta che lo stupore e il rammarico – le parole del sindaco Paolo Masetti -. Facciamo molto per la nostra città e per valorizzarla e poi basta un gesto incomprensibile per creare ferite, seppur reparabili, dolorose. D’altro canto dobbiamo (purtroppo) dire che la scelta di collocare un sistema di telecamere nel nostro centro cittadino ci offre la possibilità di ricostruire rapidamente quanto accaduto e di definire i contorni della vicenda. L’auspicio è ovviamente quello di individuare prima possibile chi è stato e restaurare le opere”

L’opera danneggiata, del valore di 300.000 euro, è stata inaugurata nel giugno del 2016.
Ugo La Pietra l’ha progettata e realizzata assieme alle aziende locali nell’ambito del progetto Materia Prima  curato da Marco Tonelli.
A Montelupo La Pietra ha scelto di collocare il suo intervento proprio davanti al Museo della Ceramica, dove ha creato un’ulteriore porta d’ingresso: un colonnato leggero formato da sei alte strutture verticali sostenute da grandi vasi, simbolo del territorio di Montelupo Fiorentino, decorate con motivi e colori tratti direttamente dalla tradizione locale, che riprendono il disegno della facciata del museo nella disposizione e nelle dimensioni delle sue steli. Un velario che filtra lo spazio del museo con quello della città.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.