Pusher in fuga sui binari della tramvia a Novoli: arrestato dalla polizia

L’uomo girava in sella ad una bicicletta rubata il mese scorso ad un assessore del Comune di Firenze

Pusher in fuga sui binari della Tramvia a Novoli: arrestato dalla polizia di Stato

L’uomo girava in sella ad una bicicletta rubata il mese scorso ad un assessore del Comune di Firenze: il mezzo è stato subito restituito al legittimo proprietario

Girava per le strade di Novoli in sella ad una costosa bici quando ha attirato l’attenzione degli agenti in borghese del commissariato San Giovanni, impegnati in uno specifico servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Quando il protagonista della vicenda, un cittadino marocchino di 22 anni, si è trovato di fronte all’alt polizia  ha abbandonato il mezzo a terra e si è dato alla fuga correndo sopra i binari della tramvia.

I poliziotti lo hanno raggiunto all’angolo tra via Mariti e via Bonsignore, ma il giovane ha opposto resistenza, colpendo con calci e pugni uno dei suoi inseguitori. Nella circostanza l’agente ha riportato alcune contusioni giudicate in ospedale guaribili con qualche giorno di prognosi.

Quando i poliziotti hanno bloccato definitivamente il fuggitivo lo hanno sorpreso con addosso quasi 4 grammi di cocaina pronta per essere spacciata in strada.

Per quanto riguarda invece la bicicletta abbandonata dallo spacciatore, la stessa è risultata rubata il mese scorso all’Assessore alla Cultura del Comune di Firenze: il velocipede è stato subito restituito al legittimo proprietario che ha ringraziato la èolizia di Stato fiorentina per il suo operato.

Il 22enne marocchino, finito in manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, è stato denunciato anche per la ricettazione della bici.  

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.