Quantcast

Bivaccano alla stazione di Pontremoli, due minorenni affidati ai servizi sociali foto

I due ragazzi, clandestini in Italia, sono anche stati denunciati

Nel corso dei numerosi servizi di prevenzione eseguiti ad Aulla, i militari dell’Arma di Pontremoli hanno sorpreso, grazie anche alla segnalazione di alcuni cittadini, due ragazzi a bivaccare all’interno della sala d’attesa della locale stazione ferroviaria.

I due, immediatamente sottoposti a controllo, sono risultati essere due cittadini marocchini di 17 e 16 anni, in Italia senza fissa dimora, sebbene gravitanti nella provincia di Genova. 

A carico dei due  è scattata una denuncia per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello stato con conseguente comunicazione alla procura per i Minorenni di Genova.

I due ragazzi, non avendo reperito alcun parente che potesse occuparsi di loro, sentiti i servizi ociali Aullesi, sono stati affidati alla Comunità Educativa “Casa di Alice” di Massa.

I Carabinieri non escludono che l’intenzione dei due minorenni fosse quella di commettere dei furti, proposito subito disinnescato dall’intervento delle pattuglie operanti sul territorio che hanno bloccato sul nascere ogni possibile attività delittuosa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.