Quantcast

Lavano i vetri ai semafori, multati e denunciati

Scattata la denuncia anche per un altro uomo che si era accampato in un’area verde pubblica

Due lavavetri sono stati multati dalla polizia municipale di Empoli sulla base del regolamento di polizia urbana. Nella giornata di ieri venerdì 24 settembre, gli agenti, su segnalazione della cittadinanza, sono intervenuti in via Mario Fabiani e fra via Masini e viale Petrarca.

Gli agenti hanno denunciato due giovani extracomunitari, non residenti in zona e hanno sequestrato il materiale usato per la loro attività nella zona dei semafori, quindi spazzola, spugna e poco altro.

Le denunce arrivano sulla base dell’articolo 13 del regolamento. In particolare alla lettera ‘k’ si legge che è vietato “avvicinarsi ai veicoli in circolazione sulle strade pubbliche o ad uso pubblico al fine di chiedere l’elemosina o vendere merci o offrire servizi quali la pulizia o il lavaggio di vetri o fari o altre parti del veicolo”. È proprio questo il caso dei due lavavetri, sanzionati anche per 100 euro a testa.

L’articolo 13 è lo stesso per il quale nei giorni scorsi era scattata la denuncia anche per un altro uomo che si era accampato in un’area verde pubblica di via Fabiani. In quel caso la lettera era la ‘d’: divieto di dimorare in tende, veicoli, baracche o ripari di fortuna, su terreni pubblici o di uso pubblico, fatti salvi i casi autorizzati e quelli disciplinati nel Regolamento di Polizia Rurale. Anche in quel caso sequestro del materiale e sanzione.

“L’attenzione – sottolinea l’assessore alla polizia municipale Antonio Ponzo Pellegrini – a episodi di degrado o la ricerca del mantenimento del decoro urbano è costante da parte della polizia municipale. Questi tre episodi lo dimostrano. Fondamentale è l’aiuto della popolazione e le varie segnalazioni che arrivano agli agenti. Lo strumento del regolamento di polizia urbano è stato studiato appositamente e si dimostra efficace. Sarà sempre più utilizzato dalla polizia municipale che ringrazio personalmente per il loro lavoro, insieme tutte le altre forze dell’ordine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.