Quantcast

Foto e video pedopornografici sul “dark web”, 13 arresti e 21 denunce in tutta Italia: due in Toscana

Arrresti a Firenze e Massa

Foto e video pedopornografici sul “dark web”, 13 arresti e 21 denunce in tutta Italia: due in Toscana

L’operazione, denominata Green ocean, è partita dalla Sicilia, diretta dalla procura di Palermo.

I poliziotti hanno intercettato e si sono introdotti nei canali di comunicazione ritenuti affidabili dagli indagati in ragione dell’anonimato garantito agli internauti. Sono così state individuate le utenze mediante cui avvenivano le connessioni oggetto di indagine, risalendo a persone residenti in 13 diverse regioni italiane. Un lavoro sotto copertura, unito agli accertamenti informatici e a quelli più tradizionali di sopralluogo, pedinamento e osservazione, ha consentito agli operatori di raccogliere gli elementi he poi hanno portato alle perquisizioni.

I due arresti toscani sono stati a Firenze e a Massa, come confermato dalla dirigente Alessandra Belardinil.

A finire nei guai un dipendente di un ristorante fiorentino, un egiziano 31enne regolare in Italia, al quale la Polpostale ha trovato ben 230 video scaricati con bambini in atti sessuali con adulti. 

A Massa invece è finito in manette un  pensionato di  64anni, convivente con la moglie e molti bimbi. Sul suo pc, in bella vista nel salotto,  sono stati trovati 120 file scaricati dalla piattaforma pedopornografica. Tra gli “attori” anche piccoli under 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.