Quantcast

Coinvolto nel furto di alcune impalcature vìola l’affidamento in prova: torna in carcere

Arrestato dai carabinieri un 35enne massese: sconterà in casa di reclusione la fine della pena

Nel pomeriggio di ieri (12 settembre) su disposizione dell’autorità giudiziaria, i carabinieri del comando stazione di Massa hanno condotto in carcere un 35enne massese, già noto alle forze dell’ordine in quanto sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali a seguito di una precedente sentenza di condanna, poiché sono state accertate diverse violazioni alle prescrizioni a lui imposte dal tribunale di sorveglianza.

Da tempo il giovane è stato monitorato dagli inquirenti che sospettavano di possibili violazioni della misura alternativa cui era sottoposto, ricostruendone gli effettivi spostamenti e le continue frequentazioni equivoche. Infatti, lo scorso 4 settembre, nel comune di Pietrasanta, è stato accertato il suo diretto coinvolgimento, con altri due coetanei, nel tentativo di furto di alcune impalcature all’interno di un cantiere edile, sventato grazie all’immediato intervento delle forze di polizia.

È stato segnalato al tribunale di sorveglianza che ha disposto l’immediata sospensione della misura alternativa e la sua traduzione in carcere.

Il giovane, raggiunto dai militari nella propria abitazione, si è mostrato apparentemente tranquillo e, dopo le formalità di rito, è stato condotto nella casa di reclusione del capoluogo dove dovrà scontare la restante pena.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.