Quantcast

Per arrotondare la pensione spaccia hashish: 69enne in manette a Carrara foto

La droga era nascosta in camera da letto e sotto lo stereo in salotto

Per arrotondare la pensione spaccia hashis: 69enne in manettte a Carrara

Ad arrrestare il pensionato  sono stati i carabinieri. Per l’anziano l’accusa è  di detenzione ai fini di spaccio di oltre due etti di hashish, che teneva nascosti nell’abitazione insieme a tutto il necessario per preparare le dosi da vendere. L’uomo, che in passato era già finito nei guai per questioni di droga, dopo la convalida dell’arresto è stato sottoposto ai domiciliari.

L’uomo, che ha cittadinanza italiana ma è nato in Slovenia, al termine di una serie di appostamenti che sono serviti per studiare le sue abitudini, è stato fermato dai carabinieri del Nucleo Operativo appena uscito dalla sua abitazione che si trova nella zona di Via Covetta. Aveva con sé una dose di hashish sicuramente destinata a qualche acquirente, che ha cercato fino all’ultimo di tenere stretta nel pugno della mano, dopo che aveva giurato e spergiurato di non avere nulla di illegale addosso.

A quel punto, è scattata la perquisizione a casa sua, dove in un primo tempo i militari dell’Arma hanno trovato soltanto un po’ di marijuana lasciata in bella mostra sul tavolo della cucina, poi hanno controllato da cima a fondo le stanze dell’appartamento, senza dar retta alle parole del 68enne che ha cercato in tutti i modi di “depistarli”.

Alla fine, sono spuntati altri 200 grammi di hashish che erano stati nascosti nella camera da letto e perfino dietro l’impianto stereo montato nel salotto, dove è stato recuperato anche il bilancio di precisione e il restante materiale per confezionare le dosi, compreso un coltello per tagliare i panetti di “fumo”.

Ritenendo che quella droga tenuta ben nascosta dal pensionato fosse destinato a soddisfare le richieste dei suoi clienti, i carabinieri lo hanno ammanettato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.