Vola per 20 metri dalla cresta del Monte Carchio, portato a Cisanello

Il 62enne di Milano, era riverso a terra cosciente ma impossibilitato a muoversi, con fratture multiple ai due arti superiori e ad un arto inferiore e con una ferita da taglio alla testa

Dopo un volo di 20 metri dalla cresta del Monte Carchio cade rovinosamente sulla pietraia e viene ritrovato dai vigili del fuoco ancora in vita ma con diverse fratture.

I vigili del fuoco del comando di Massa Carrara sono intervenuti ieri sera (15 agosto) attivati dalla centrale dal 112 intorno alle 19, 45.

I soccorsi sono stati attivati dalla moglie che lo stava aspettando all’auto nel piazzale del monte Pasquilio, dopo che i due si erano divisi nel pomeriggio all’altezza del Folgorito per la stanchezza accusata dalla signora.

Intorno alle ore 21, 30 dopo vari tentativi di ricerca in zona impervia, l’uomo è stato ritrovato da una squadra dei vigili del fuoco del Comando di Massa Carrara a ridosso di una pietraia.

L’uomo, un 62enne di Milano, era riverso a terra cosciente ma impossibilitato a muoversi, con fratture multiple ai due arti superiori e ad un arto inferiore e con una ferita da taglio alla testa.

Allertato il Sast e il personale sanitario del 118, compresi un medico e un infermiere, l’uomo è stato immobilizzato immobilizzare con apposita barella e portato  a valle dove era presente anche un’ambulanza per il successivo trasporto all’ospedale Cisanello di Pisa.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.