Quantcast

Nella cava i rifiuti sotterrati: la scoperta ad Arezzo dai Forestali

Denunciato il titolare

Di notte estraevano il materiale inerte nella cava, e gli spazi scavati li riempivano di rifiuti.

Terra, rocce, detriti estratti senza alciuna autorizzazione venivano poi inseriti nel ciclo produttivo di un impianto di produzione di inerti alle porte di Arezzo.

I forestali, con il supporto dei droni, hanno ricostruito l’attività illecita e dopo due settimane di indagini, oggi (6 agosto) hanno arrestato oggi, cogliendoli in fragrante, due dipendenti dell’impresa.

L’operazione denominata Inerti a chilometri zero ha portato al sequestro di un’area di oltre di 40 ettari.

Il legale rappresentante dell’impresa è stato  denunciato.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.