Quantcast

#Ioapro diventa un partito: nel programma no ai vaccini e al green pass

Ad annunciarlo su Facebook è stato Momi El Hawi, titolare del ristorante Da Tito in via Baracca a Firenze

Dalla protesta contro i vari dpcm per il contenimento del Covid alla politica: #Ioapro diventa un partito.

Ad annunciarlo su Facebook è stato Momi El Hawi,  titolare di un noto ristorante pizzzeria a Firenze, Da Tito in via Baracca.  che durante il lockdown è stato più volte al centro delle cronache per le varie chiusuure, i sigilli e il comune che ha avviato le procedure per la revoca dalla licenza del locale-

“Riprendersi il Paese partendo dal blocco al green pass”, l’annuncio sui social.

Nella bozza di programma, tra gli oltre 30 punti,  il no all’obbligo vaccinale e allo ius soli.

“Negli ultimi 9 mesi abbiamo collezionato decine di denunce penali e sanzioni amministrative, abbiamo lottato con voi e per foi – afferma Momi –  Ci hanno preso a manganellate, abbiamo girato tutta l’Italia per conoscervi ed invaso Roma senza autorizzazione. Ora, lanciamo  la raccolta di firme per riprenderci le nostre vite”

Nelle prossime ore è prevista la  manifestazione contro il Green Pass.

(foto dal profilo FB di Momi)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.