Quantcast

Minorenne disabile psichica adescata sul social e convinta a mandare foto hard: arrestato un 29enne

Il giovane l'aveva convinta che se non gli avesse mandato le immagini sessuali le fate sarebbero morte

Un 29enne residente in provincia di Siena è stato denunciato dalla polizia postale di Prato.

Il giovane, secondo l’accusa, ha adescato una ragazza minorenne e con disabilità psichica, convincendola a inviargli foto e video a contenuto sessuale esplicito, che poi scambiava con altre persone su un sito di messaggistica

E’ stata la mamma della ragazzina pratese a far iniziare le indagini, dopo aver ricevuto le confidenze della figlia.

Il 29enne  l’aveva convinta dell’esistenza di un mondo delle fate, per mantenere in vita le quali era necessario inviare foto e video di lei nuda o che compiva atti sessuali, convincendola che se non lo avesse fatto le fate sarebbero morte.

I reati ipotizzati sono adescamento di minorenni, violenza sessuale e pornografia minorile.

Nella perquisizione domiciliare sono stati trovate molte immagini e video pedopornografici sul suo smartphone

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.