Quantcast

Carabinieri: a Firenze il giuramento degli allievi marescialli del decimo corso

La cerimonia, intitolata alla medaglia d'oro al valor militare luogotenentee Marco Coira, si è svolta nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti per il contrasto alla diffusione del Covid-19

Cerimonia di giuramento degli allievi marescialli del decimo corso triennale questa mattina (19 giugno) alle 10 nella caserma intitolata al maresciallo maggiore Felice Maritano, medaglia d’oro al valor militare alla memoria, sede della scuola marescialli e brigadieri dei Carabinieri, alla presenza del comandante generale dell’Arma generale di corpo d’armata Teo Luzi, del comandante delle scuole, generale Adolfo Fischione, del comandante della scuola generale di brigata Claudio Cogliano e delle massime autorità civili, militari e religiose fiorentine.

La cerimonia, intitolata alla medaglia d’oro al valor militare luogotenentee Marco Coira, si è svolta nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

Il decimo corso triennale, iniziato il 16 novembre 2020, quindi in pieno periodo pandemico legato alla diffusione del virus Covid-19, si è svolto tutto in presenza nelle aule didattiche della scuola, nel pieno rispetto delle disposizioni impartite in ossequio ai protocolli sanitari previsti. I 644 allievi, provenienti da ogni parte del territorio nazionale, sono stati iscritti al primo anno del corso di laurea in Scienze Giuridiche della Sicurezza, così come previsto dalla convenzione stipulata tra la scuola marescialli e brigadieri e l’università degli studi di Firenze. Nel corso di questo primo anno accademico, gli allievi hanno seguito un totale di 1.112 periodi di lezione, articolati in 8 materie universitarie e 12 tecnico-professionali.

Il  comandante generale nel suo intervento ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto e l’abnegazione, lo spirito di sacrificio e la professionalità con cui quotidianamente gli allievi hanno assolto il loro fondamentale compito che alla fine del triennio permetterà al comando generale dell’Arma di poter impiegare oltre 640 marescialli presso le varie stazioni dei carabinieri presenti su tutto il territorio nazionale.

Chi è il Luogotenente Marco Coira

Figlio di graduato degli agenti di custodia, trascorse la giovinezza a Saluzzo apprendendo l’arte di falegname. Arruolatosi nel 1968 alla legione allievi carabinieri di Roma (squadrone a cavallo), subito dopo la promozione fu assegnato alla legione di Palermo, per servizio di squadriglia. Ammesso nel 1974 alla scuola sottufficiali, ne uscì nel 1976 con il grado di vicebrigadiere e fu destinato al Nucleo Radiomobile di Venaria Nel 1980 fu trasferito al Nucleo Operativo della compagnia di Velletri e nel 1986 alla stazione di Capranica Prenestina, quale comandante. Dal 1991 al 2004 ha comandato la stazione di Roma Giardinetti; dal 2004 al 2005 addetto al Museo Storico dell’Arma dei carabinieri e dal 2005 al 2007 commissariato generale onoranze per i caduti di guerra.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.