Quantcast

Controlli ad un’azienda tessile a Montemurlo. I carabinieri arrestano il titolare per sfruttamento manodopera clandestina

L'uomo ha patteggiato la pena: 6 mesi e multa da 6mila euro

Controlli ad un’azienda tessile. I carabinieri arrestano il titolare per sfruttamento manodopera clandestina

A finire nel mirino dei militari di Montemurlo è stato un opificio gestito da un 38 enne cinese che da alcuni giorni era sotto osservazione a seguito di aumento di movimentazione di persone e mezzi presso la sede operativa ubicata nell’area industriale di Oste.

Durante il blitz, all’interno della confezione sono stati sorpresi una decina di operaia a lavoro, sette dei quali completamente irregolari sul territorio nazionale.

Alcuni dei lavoratori dimoravano in un’abitazione poco distante messa a disposizione dallo stesso datore di lavoro, circostanza confermata da alcuni degli stessi lavoratori clandestini.

Per l’imprenditore non ci sono stati sconti ed è stato arrestato nella flagranza di reato per favoreggiamento e sfruttamento.

All’udienza di convalida tenutasi nella mattinata davanti al giudice Chesi, il 38enne seguendo il consiglio del proprio difensore ha patteggiato una pena di 6 mesi e 6.000 euro di multa.

I sette lavoratori  clandestini saranno espulsi

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.