Quantcast

Ruba la carta di credito a un dipendente comunale di Empoli: in carcere un 52enne

L'uomo aveva utlizzato la carta per compere

Nel pomeriggio di ieri (9 giugno) i carabinieri  di Empoli hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Firenze, nei confronti di un 52enne empolese, per furto ed indebito utilizzo di carte di credito.  

Nel pomeriggio del 28 aprile scorso, un uomo, dopo essere entrato nel palazzo municipale di Piazza del Popolo ad Empoli richiedendo generiche informazioni, è stato poi sorpreso da un dipendente col quale si giustificava dicendo di cercare i messi comunali, dove poi è stato effettivamente accompagnato. Dopo essere rientrato nel proprio ufficio, l’impiegato comunale si è accorto che dalla sua giacca, appesa all’attaccapanni, mancava il portafogli con all’interno soldi e documenti, collegando il furto con la presenza nel suo ufficio dell’uomo notato poco primaa , che nel frattempo si era repentinamente allontanato dal palazzo comunale.

Il malcapitato si è pertanto rivolto ai carabinieri per sporgere denuncia.

Le successive indagini, attraverso individuazioni fotografiche, testimonianze ed immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza privati ed urbani, hanno consentito di concentrare le attenzioni sull’arrestato.

Le indagini, inoltre, hanno accertato che il 52enne, a più riprese, ha indebitamente utilizzato delle carte di credito, risultate rubate, per effettuare dei pagamenti in alcuni esercizi commerciali empolesi, con il sistema contactless, quindi senza necessità di digitazione del codice pin per un importo complessivo di 250 euro.

Il 52enne  è ora in carcere a Sollicciano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.