Spedizione punitiva nel senese, sedici ragazzi nei guai

Otto sono ancora minorenni

I fatti risalgono ad alcuni mesi fa, allorquando una fazione di circa 25 ragazzi quasi tutti di Poggibonsi, armati di manganelli e catene e con il volto coperto da caschi, mascherine e cappucci, al fine di fronteggiare il gruppo rivale Colligiano, giungono in forza a Colle di Val d’Elsa organizzando una vera e propria spedizione punitiva, per  punire i ragazzi colligiani”con i quali in passato vi erano stati degli attriti dovuti  a alcuni episodi di aggressioni e prevaricazioni.

Lo scontro fra le fazioni antagoniste non è andato a buon fine solo perché una delle ragazze del gruppo, che frequenta sia il gruppo di Colle che quello di Poggibonsi, ha avvertito i primi dell’arrivo dei secondi nonché i carabinieri.

Nonostante questo la spedizione punitiva composta da 5 auto e altrettante moto ha iniziato a girare per le strade principali di Colle sino a quando non  ha intercettato, seguito e bloccato l’autovettura Seat Leon del fratello di uno dei ragazzi del gruppo antagonista, con cui nei periodi antecedenti si era acutizzata l’acredine. A tal punto, il gruppo di Poggibonsi, ha bloccato la strada all’autovettura  minacciando l’avversario con mazze da baseball, manganelli e un  coltello, colpendo ripetutamente l’autovettura, danneggiandola.

L’immediato intervento dei Carabinieri di Poggibonsi e Colle ha evitato conseguenze ulteriori e messo in fuga il gruppo assalitore.

I militari di Colle hanno quindi avviato le indagini,  che sono state particolarmente lunghe e hanno visto numerosi ragazzi rendere la loro testimonianza, inoltre sono state visionate le immagini del circuito di videosorveglianza cittadino, al termine delle quali i Carabinieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Siena ed a quella per i minori di Firenze,  sedici ragazzi, otto dei quali ancora minorenni

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.