Quantcast

Omofobia, tutto il calcio italiano accanto a Malika. Il presidente della Figc: “Inviteremo la ragazza a Coverciano”

Gabriele Gravina: "Riteniamo che di fronte a casi del genere dobbiamo esporci per garantire la piena realizzazione della persona umana"

Anche il presidente federale della Figc Gabriele Gravina ha espresso la solidarietà da parte di tutto il calcio italiano a Malika Chalhy, la ragazza di Castelfiorentino  che ha denunciato di essere stata allontanata dalla propria famiglia per il suo orientamento sessuale.

”Il ruolo del calcio – ha dichiarato Gravina – è anche quello di garantire una formazione educativa dell’atleta, contrastando ogni forma di discriminazione sociale. Riteniamo che di fronte a casi del genere dobbiamo esporci per garantire la piena realizzazione della persona umana. Stiamo seguendo l’evoluzione della vicenda, abbiamo preso contatti con la Regione Toscana, appena possibile inviteremo a Coverciano la giovane Malika’‘.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.