Quantcast

Crac Banca Etruria, riparte il processo

Oltre 2mila le parti civili ammesse

Crac Banca Etruria, dopo quattro mesi, riparte il processo. Venticinque gli imputati, tra cui ex dirigenti e componenti dell’istituto di crdito, accusati, a vario titolo, del reato di bancarotta.

Le udienze, per garantire le norme sanitarie anti Covid, sono celebrate nella sala dei Grandi della Provincia di Lucca anzichè in tribunale.

Oltre 2mila le parti civili ammesse, tra cui la vedova di un risparmiatore che nel novembre 2015 si tolse la vita dopo aver affidato alla banca 110mila euro in obbligazioni e l’amministrazione comunale di Arezzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.