Quantcast

Arezzo, il centro vaccinale si sposta al teatro Tenda

E' stato concesso in comodato gratuito dalla Fondazione Guido d'Arezzo di cui è presidente lo stesso sindaco Alessandro Ghinelli

Dal padiglione Fiere al teatro Tenda. Sarà quest’ultimo la nuova sede del centro vaccinale di Arezzo, situata nell’area adiacente al centro commerciale Setteponti. Il trasloco è previsto proprio i primi di aprile in modo da consentire l’avvio dell’attività nella nuova sede subito dopo Pasqua.

Il teatro Tenda è stato concesso in comodato gratuito dalla Fondazione Guido d’Arezzo di cui è presidente il sindaco Alessandro Ghinelli. L’Asl provvederà ad alcuni piccoli lavori di adattamento alle nuove esigenze. Le potenzialità di vaccinazione saranno le stesse del padiglione di Arezzo Fiere e quindi una decina di postazioni.

“Ringraziamo l’ingegner Ghinelli nella sua doppia veste di sindaco e di presidente della Fondazione – commenta il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso -. La concessione in comodato gratuito del teatro Tenda è un gesto istituzionale importante che rafforza la collaborazione tra Comune e Azienda sanitaria. La campagna vaccinale è lo sforzo più importante che siamo chiamati a sostenere per dare una svolta al sistema di azioni anti Covid che tutti abbiamo messo in campo”.

”L’esigenza di portare avanti e a compimento il complesso ed esteso piano vaccinale, che rappresenta la via maestra per uscire dalla pandemia – sottolineano Alessandro Ghinelli nella sua doppia veste di sindaco e presidente della Fondazione Guido d’Arezzo e il vicesindaco Lucia Tanti – non poteva che vederci assumere una posizione di completa sinergia. Lo abbiamo già dimostrato recentemente con la cessione in comodato d’uso gratuito alla Asl dei locali al primo piano della ex sede circoscrizionale di Rigutino, da destinare ad attività sanitaria e ambulatoriale, e del terreno prossimo a via Laschi da adibire invece a parcheggio di pertinenza delle strutture ospedaliere”.

“Adesso, si aggiunge un ulteriore atto a conferma di questa nostra filosofia: un luogo di cultura che speriamo diventi luogo di ripartenza. Speriamo ovviamente di poter presto riempire il Teatro Tenda di pubblico, con spettacoli ed eventi, ma perché ciò accada la somministrazione di vaccini deve cambiare marcia – concludono -. E l’amministrazione comunale, considerando la salute pubblica di prioritaria importanza, è pronta a utilizzare in prima persona o mettere a disposizione dell’azienda sanitaria tutti i mezzi e strumenti per dare risposte rapide finalizzate prima al contenimento e poi alla sconfitta definitiva del virus”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.