Quantcast

Sicurezza sul lavoro e stop ai licenziamenti: sindacati in piazza a Firenze

Presidio sotto la prefettura

Sicurezza sul lavoro e licenziamenti, domani (28 maggio) presidio di Cgil,Cisl e Uil della Toscana a Firenze (10-12). Nel corso dell’iniziativa verranno presentati gli ultimi dati disponibili sulla sicurezza sui luoghi di lavoro in Toscana e quali effetti avrà in termini numerici la mancata proroga del blocco dei licenziamenti sull’occupazione regionale.

“Fermiamo la strage nei luoghi di lavoro”: Cgil Cisl Uil della Toscana scendono in piazza per chiedere sicurezza nei luoghi di lavoro e un’attenzione maggiore alla qualità dell’occupazione. L’iniziativa – che si inserisce nell’ambito della mobilitazione nazionale – si terrà davanti alla prefettura di Firenze in via Cavour dalle 10 alle 12 e vedrà la partecipazione dei tre segretari generali regionali: Dalida Angelini, Ciro Recce e Annalisa Nocentini

I sindacati toscani si mobilitano per chiedere un patto per la salute e la sicurezza che coinvolga tutte le parti in causa (Istituzioni, parti datoriali e associazioni sindacali) per rimettere al centro il rispetto della dignità e della vita, la proroga del blocco dei licenziamenti.

“La posizione di Confindustria è inaccettabile – spiegano – e rischia di creare un disastro sociale che graverà sulle spalle dei lavoratori e delle famiglie La riforma degli ammortizzatori sociali, ormai non più rinviabile per dare certezze e garanzie al mondo del lavoro No a deroghe al Codice degli Appalti. In un Paese ad alto rischio di infiltrazioni, come le cronache ci hanno insegnato in questi anni, non possiamo permetterci di fare concessioni alla criminalità”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Toscana in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.